Mangiare ecologico: 9 cose che puoi fare SUBITO

Nell’ultimo anno ne abbiamo sentite dire di tutti i colori sulla carne, che è cancerogena, che inquina, che gli allevamenti deforestano

Ma sarà vero?

La risposta breve è: sì.

Se sei preoccupato per l’ambiente (e dovresti) vorrei mostrarti una cosa:

Il cibo che mangi, purtroppo, inquina.

L’allevamento è responsabile del 18% dei gas emessi, una cifra per niente trascurabile

Ma se ti dicessi che ho una soluzione?

Oggi vorrei parlarti di come mangiare in modo più sostenibile  grazie all’alimentazione planbased

Di che cosa si tratta?

Plantbased vuol dire, semplicemente, a base di piante, è la versione pigra della dieta vegana.

Un’alternativa, diciamo

È perfetta per chi vorrebbe davvero essere vegano o vegetariano, ma non ci riesce

In sostanza vuol dire ripensare la tua dieta basandola 
il più possibile sulle piante

Questo non comporterà grandi cambiamenti perché in realtà la dieta mediterranea di per sé è a base di piante.

Per fare un esempio: la pasta è a base di piante, come anche il pomodoro, l’olio, il pane, il riso etc..

Ricorda che puoi fare click su tutte le scritte in rosa per scoprire la fonte dei dati che uso nell’articolo o un nuovo prodotto


Perché cambiare?

L’8 ottobre 2018 è stato un giorno importante.

L’Intergovernmental Panel on Climate Change (PCC) si è riunito in Corea per definire 10 punti essenziali per salvare il pianeta dal cambiamento climatico 

Se sei qui a leggere, vuol dire che stare al mondo ti interessa, un po’ come a tutti credo

42000 scienziati hanno concordato che abbiamo solo 12 anni per non sfociare nella catastrofe.

Hanno fatto una lista di cose che possiamo fare tutti i giorni 

E una di queste é

Smettere di mangiare carne e derivati animali (il più possibile)

Un enorme spreco.

Ma lo sapevi che…

La dieta a base di piante in un solo giorno salva:

il 60% del disboscamento in Amazzonia è per via degli allevamenti

Secondo la Fao un quarto delle terre (non coperte da ghiacci) in tutto il pianeta è dedicato all’allevamento, e per di più un terzo di tutte le terre coltivate è utilizzato per dar da mangiare agli allevamenti.

Mangiare carne (spesso) non è sostenibile, con l’aumentare della popolazione servirebbe più spazio coltivabile per sfamare tutti piuttosto che spazio dedicato al pascolo.

Un terreno coltivato sfama molti più esseri umani di uno dedicato al pascolo

Per fare un esempio: Servono tra le 5 e le 20 tonnellate di acqua per produrre un kg di carne, e una tonnellata d’acqua per per produrre un litro di latte.

Un kg di mele ne richiede 700, 1 kg di riso 3400.

La carne inquina come aerei, treni, navi e auto MESSI ASSIEME

Ogni aspetto della produzione della carne inquina

  • Si deforesta per creare più pascoli (meno alberi = più anidride carbonica)
  • L’allevamento utilizza grandi quantità di combustibili fossili (macchinari, trasporti…)
  • I ruminanti (le mucche sono due terzi di tutti gli animali allevati) producono naturalmente metano

Ma non si tratta solo di carne, perché il bestiame allevato per il latte e quello per la carne producono più o meno la stessa quantità di gas serra.

Sostituire il cibo a base animale è facile?

Questo vuol dire che se di solito mangi pollo con l’insalata devi pensare a sostituire il pollo con qualcos’altro di proteico, ad esempio riso con lenticchie e verdure.

Ci sono moltissimi alimenti che contengono proteine che puoi usare per sostituire la carne e che, sinceramente, sono molto più salutari

Ma non solo carne, plantbased vuol dire cominciare a pensare a come sostituire il cibo a base animale che mangiamo tutti i giorni

Ad esempio, prima mangiavo burro tutti i giorni, ora l’ho sostituito con la margarina Vallè (è pure più magra!)

Il latte ho smesso di berlo e per macchiare il caffè uso il latte di mandorla o la soia, Il cioccolato lo compro senza latte etc

E come se non bastasse…

Dolcetti vegani

Morirebbero 8,1 milioni di persone in meno ogni anno.

Se tutto il mondo si nutrisse di sole piante, si risparmierebbe la morte PREMATURA di 8,1 milioni di persone.

Malattie coronariche, infarti, diabete di tipo 2 e cancro. 

Secondo una ricerca di Oxford ogni anno si spende in tutto il mondo circa un miliardo di dollari per rimediare alle malattie che causano la carne e i derivati animali.

Cosa posso fare ORA per smettere di inquinare?

1 – Mangia meno carne possibile 

Se proprio non riesci ad eliminarla, parla con il tuo macellaio per conoscerne la provenienza e la condizione degli allevamenti (limitala a una volta a settimana)

2 – Sostituisci le proteine animali

Comincia a sostituire la carne con altre fonti di proteine come legumi (soia lenticchie), cereali (farro, quinoa), frutta secca, tofu, spinaci, patate, peperoni, latte a base vegetale (mandorla, soia, avena, riso) etc

3 – Sostituisci i derivati animali

Comincia a sostituire i derivati animali come il latte, le uova, il burro e il formaggio con alternative vegane come la margarina al posto del burro e il lievito a scaglie o il formaggio vegano stagionato (gondino) al posto del parmigiano

4 – Comincia a mangiare vegano qualche volta la settimana

Comincia a cercare nuove ricette vegetariane e vegane (ti assicuro che sono super golose)

5 – Compra il più possibile nei negozi locali

Compra più possibile nei negozi locali a Km0, essere vegani non vuol dire per forza mangiare avocado ananas e frutti esotici, la dieta mediterranea è perfetta!

6 – Evita i fast food

Cerca di non mangiare più nei fastfood: se paghi un hamburger 2 euro, sicuramente c’é qualcosa che non va 

7 – Scoprirai che stai già mangiando vegano!

Molte cose sono già vegane ma non viene dichiarato per timore che le persone non le comprino più (succede davvero!) ad esempio il gelato alla frutta quasi sempre è a base di acqua e non di latte, basta chiedere

8 – Non rinunciare ai dolci

Plantbased non vuol dire rinunciare ai dolci! Ho lavorato in un ristorante vegano per due anni e posso assicurare che i dolci non hanno NIENTE da invidiare a quelli a base animale!

Molti bar (quasi tutti) hanno anche brioche vegane e fanno i cappuccini con il latte di soia

Bisogna solo impegnarsi un pochino di più nel cercare

9 – Scopri dei ristoranti nuovi

Ultima cosa: se non ti ho convinto, cerca un ristorante vegano nella tua città e provalo anche solo una volta. Ti stupirai di quanto la cucina vegana sia….normale!

Una mia personalissima considerazione sulla dieta vegana

Mangiare carne non è un crimine, ma sicuramente è una scelta egoista

Mi sono informata bene, e gli allevamenti italiani hanno norme rigidissime ed è difficile che accadano gli orrori degli allevamenti americani che si vedono su youtube.

Quei video farebbero diventare vegetariano CHIUNQUE abbia un cuore, davvero

Perciò se il vegano non fa per voi, potete comunque smettere di comprare la carne confezionata al supermercato e cominciare invece a comprare carne di cui conoscete esattamente la provenienza (e la qualità!)

Molti vegani e vegetariani scelgono di esserlo per una questione etica, e sono totalmente d’accordo

Tuttavia

Se so che l’animale ha vissuto all’aperto, mangiando in modo naturale, senza antibiotici e nel modo più naturale possibile, faccio un’eccezione e mangio carne

Anche se in realtà, la mangio solo quando me la trovo già nel piatto se torno tardi dall’università, o se occasionalmente mangio in un ristorante

E so che scrivendo questo mi sto tirando dietro un sacco di insulti

ma il mio ragionamento è questo:

l’obiettivo di ogni vegano e vegetariano è di non far soffrire nessun animale, il problema è che dando degli assassini a chiunque mangi carne, non si riesce a convincere nessuno!

I vegani (solitamente) usano un approccio sbagliato nel convincere le persone

Ci sono moltissime persone che si rifiutano categoricamente di mangiare vegano anche occasionalmente, ma non sanno che, ad esempio, anche la pasta al pomodoro è vegana!

Che senso ha rifiutarsi di mangiare vegano se capita?

Piuttosto che imporre uno stile di vita completamente diverso da quello a cui siamo abituati, credo di più nella sensibilizzazione al problema, e una introduzione graduale a questo stile di vita

Se vai dalla nonna e mangi la carbonara, non succede niente di grave

Sopratutto se la carne viene presa dal macellaio in paese che ha allevato la mucca Carolina su un prato e con cura

Il vero errore, secondo me, è scegliere di comprare uova di allevamenti intensivi dove le galline non vedono la luce e vengono stipate in gabbie strettissime, il latte di mucche a cui viene tolto il vitellino per poterle mungere

eh già, lo fanno solo quando hanno i cuccioli, proprio come gli umani, non è vero che lo producono sempre!

Il vero errore è comprare prodotti di bassa qualità. Più la domanda di questi prodotti cresce, più crescono gli allevamenti

Il vero errore è comprare wurstel e carne economica di bassa qualità, perché vuol dire che qualcuno ha sofferto.

Plantbased vuol dire questo, avvicinarsi ad una alimentazione più consapevole, più ecologica, più attenta

Mangiando meno carne, ma conoscendone l’origine, e sostituendo i derivati animali.

È una questione di abitudine, comincia con due o tre alimenti ogni mese, senza fretta, e vedrai che raggiungerai l’obiettivo!

Se stasi già cominciando a mangiare plantbased ti consiglio di leggere anche questo articolo:

Leave a comment